Home / Le Cover Story / Mobotix, tecnologia e partner di canale per il futuro della videosorveglianza

Mobotix, tecnologia e partner di canale per il futuro della videosorveglianza

Dalle soluzioni software-defined alla nuova strategia con Konica Minolta, l’azienda tedesca conquista il mercato unendo il meglio della tecnologia con l’eccellenza tecnica dei rivenditori

Mobotix è un’azienda nata una quindicina d’anni fa in Germania, specializzandosi inizialmente nella produzione di telecamere industriali ma negli anni si è saputa sviluppare in altri mercati. Oggi, il gruppo è presente in varie country a livello mondiale e sta crescendo a doppia cifra in Italia, con un fatturato di oltre 4 milioni di euro. «La caratteristica principale delle nostre telecamere è di essere dotate di un sistema decentralizzato con software proprietario a bordo. In questo modo, le parti meccaniche dell’hardware sono ridotte davvero al minimo, con pochissimi guasti alle macchine. Inoltre, il sistema è di tipo IP e stand-alone, ideale per collegamenti in rete anche con un solo PC o device mobile, indipendentemente dal numero di telecamere installate», spiega a Trade Manager Alberto Vasta, Responsabile di Mobotix per l’Italia.

Il vertical di riferimento dell’azienda è la videosorveglianza, con storie di successo molto interessanti che riguardano per esempio la tutela del patrimonio culturale del sito archeologico di Pompei o l’alert audio automatico in caso di emergenze negli hotel, per lanciare chiamate telefoniche pre-registrate come una vera e propria “voce” all’interno della telecamera. Ma accanto a questi ci sono la domotica, l’automotive, l’industry, l’hospitality, le amministrazioni comunali e le strutture pubbliche, le analisi comportamentali anche a fini di marketing come nel caso dell’afflusso nei punti vendita, l’Internet of Things e ovviamente anche ambiti delicati come l’antiterrorismo e le operazioni speciali. «Il problema fondamentale è trovare il giusto compromesso tra l’occupazione di banda per immagini ad alta risoluzione, e un basso consumo energetico. Riteniamo di avere la soluzione ideale per chi si aspetta il massimo dalla tecnologia, salvaguardando al contempo l’investimento in denaro», prosegue il manager. Da un paio d’anni, Mobotix ha sviluppato telecamere con tecnologia termica per rilevare fonti di calore in scenari di videosorveglianza, mentre i sensori Moonlight ad alte prestazioni permettono di “vedere” anche nel buio quasi completo. «Nelle nostre strategie di distribuzione, il canale gioca un ruolo importante. Abbiamo tre distributori in Italia e circa 5mila aziende reseller su tutto il territorio. Il sottoscritto è l’unica risorsa di Mobotix dedicata a questa country, e negli anni penso di poter dire di aver sviluppato un ottimo rapporto con i clienti e i partner», sottolinea Vasta.

Le categorie di partner vanno dal livello iniziale dei Registered, ai Certified agli Avanzati. Mobotix ha un Partner Program da alcuni anni e punta molto sulla formazione, tanto che anche ai partner registrati è richiesto di certificarsi per accedere a benefici di prezzo e scontistiche. «Organizziamo eventi verticali con partner selezionati in ogni regione, che aggregano sia i system integrator, che i distributori e gli utenti finali. Oltre a questo organizziamo le Innovation Session per mantenere up-to-date sulla tecnologia e sulle nostre novità sia i clienti finali che i system integrator. Infine, i Train-the-Trainer sono eventi rivolti ai team tecnici dei distributori. Cerchiamo quindi di svolgere in parallelo attività sia tecniche che commerciali, perché il nostro obiettivo è quello di creare una rete in tutta Italia, all’interno di ogni regione, per generare opportunità di business in una logica win-win con il mercato».

Fondamentale ai fini dello sviluppo di nuove revenue è l’acquisizione da parte di Konica Minolta, l’azienda giapponese specializzata in sensori e ottiche. «Il futuro sarà sempre più dominato da software e funzionalità laser installate nelle telecamere. La nostra tecnologia è presente nei luoghi più estremi del pianeta, dai deserti all’Antartide. Ci piacciono le nuove sfide, e siamo sicuri di poterle vincere con la forza dell’innovazione e il network del nostro canale».

Potrebbe interessarti