Home / Mercato / Ingecom: nuovo accordo di distribuzione con Vicarius
Ingecom: nuovo accordo di distribuzione con Vicarius

Ingecom: nuovo accordo di distribuzione con Vicarius

Ingecom sigla un nuovo accordo di distribuzione con Vicarius per Italia e Penisola Iberica

Ingecom, distributore a valore aggiunto spagnolo nel campo della sicurezza informatica e della cyber intelligence, annuncia una nuova partnership per il mercato italiano e iberico con Vicarius, società israeliana attiva dal 2016 nello sviluppo di sistemi di protezione delle applicazioni e risorse critiche per le PMI contro lo sfruttamento del software.

Oggi il 90% degli attacchi informatici sono causati da vulnerabilità dei software e i rischi ai quali sono esposte le aziende sono in aumento (in un mese, Vicarius ne ha identificati circa 1.000). Tuttavia, il problema principale è il tempo necessario per risanare questi danni e in media servono 180 giorni perchè l’azienda rilasci patch efficaci. Per risolvere questa situazione, la società israeliana ha sviluppato TOPIA, una soluzione che analizza, assegna priorità alle applicazioni di terze parti e le protegge da possibili incidenti informatici. Tale piattaforma all-in-one consente infatti di gestire la sicurezza aziendale, identificando i rischi attivi ed eliminando le minacce, fornendo allo stesso tempo anche un know-how in tempo reale. Il sistema è stato progettato per Chief Information Security Officer (CISO), Managed Security Service Provider (MSSP) e Amministratori IT, garantisce la conformità normativa e la protezione informatica a livello militare.

“Forniamo alle piccole e medie imprese gli strumenti necessari per garantire la protezione dei loro asset più critici, attraverso un approccio proattivo alla gestione delle vulnerabilità. In particolare, con TOPIA è possibile proteggere i server sensibili senza la necessità di una manutenzione costante. La nostra missione è quella di rendere il mondo IT uno spazio più sicuro per tutti” sottolinea Michael Assraf, CEO di Vicarius. Recentemente, la società ha ricevuto un finanziamento di 5 milioni di dollari da Jerusalem Venture Partners (JVP), che si aggiunge all’investimento di altri partner come Innogy Innovation Hub e Goldbell. Questo contributo accelererà la crescita internazionale presso gli uffici di Vicarius a Tel Aviv e sulla costa orientale degli Stati Uniti.

“Vicarius ci permette di entrare in un’area come quella del rilevamento delle vulnerabilità e del Virtual Patching per noi, ad oggi, ancora inesplorata” aggiunge Javier Modúbar, CEO di Ingecom “L’azienda offre non solo una tecnologia matura e avanzata, ma anche una piattaforma di gestione che permetterà a buona parte dei nostri clienti di fornire questo servizio agli MSSP, includendolo nel loro SOC (Security Operations Center) di rilevamento rapido delle minacce.”.

In Italia la partnership con Vicarius consentirà di fare un ulteriore passo avanti nello sviluppo del canale MSSP e dell’offerta basata sul modello SaaS “L’efficienza di TOPIA, come soluzione all-in-one per la gestione delle vulnerabilità, permette di avere sotto controllo l’intero processo degli scambi delle informazioni dentro e fuori dall’azienda” afferma Sergio Manidi, Country Manager per l’Italia di Ingecom.

Vicarius arricchisce il portfolio di soluzioni di Ingecom, che conta già oltre venti partner come AlgoSec, AlienVault, Allot, Array Networks, Attack Simulator, Bitdefender, Cybonet, Cymulate, EfficientIP, Forcepoint, Forescout, F-Secure, Garland Technology, Hdiv Security, MobileIron, Rapid7, SealPath, Thycotic, Viewtinet e WhiteBearSolutions.

Potrebbe interessarti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*