Home / Mercato / OVH annuncia l’espansione dei servizi di Public Cloud

OVH annuncia l’espansione dei servizi di Public Cloud


L’espansione dei servizi di Public Cloud di OVH è possibile grazie ai due nuovi data center situati nella regione Asia-Pacifico

OVH annuncia l'espansione dei servizi di Public Cloud

L’espansione dei servizi di Public Cloud di OVH è possibile grazie ai due nuovi data center situati nella regione Asia-Pacifico

Il Public Cloud OVH rappresenta una delle principali soluzioni “Infrastructure as a Service” (IaaS) a livello globale basate su OpenStack. Oggi OVH, fornitore di servizi cloud, ha annunciato l’espansione dei servizi di Public Cloud grazie a due nuovi data center nella regione Asia-Pacifico (APAC). Situati a Singapore e Sydney, le nuove strutture aumentano il numero totale di siti OVH Public Cloud da sei a otto in quattro continenti.

Le aziende nella regione APAC possono ora godere dei vantaggi dell’utilizzo di infrastrutture locali per IaaS, come una migliore resilienza, migliori velocità di connessione e un trasferimento dati più rapido. Inoltre, questa espansione costituirà un valore aggiunto anche per i clienti in Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA) che avranno la capacità di distribuire le risorse Public Cloud in APAC, oltre che in tutte le reti esistenti di OVH, abilitando così uno sviluppo su larga scala.

“Offrire un servizio rapido e affidabile ai nostri clienti è fondamentale per OVH”, ha commentato Michel Paulin, CEO di OVH. “Con la disponibilità delle soluzioni Public Cloud nell’area Asia-Pacifico, ci impegniamo a sviluppare nuove tecnologie in questa regione e miriamo a supportare la crescita degli utenti cloud locali. Tutto ciò si sposa con la nostra strategia multi-locale, ponendo i data center fisicamente più vicini agli utenti finali. Questo porta vantaggi anche ai nostri clienti EMEA che intendono sviluppare business in APAC, dove OVH opera dal 2016”.

A seguito di questa espansione, OVH eroga il Public Cloud in tutto il mondo grazie ai siti presenti a Singapore, Sydney, Varsavia, Londra, Francoforte, Beauharnois, Strasburgo e Gravelines.

 

“È emozionante vedere un pioniere nelle infrastrutture come OVH sviluppare soluzioni OpenStack in quattro continenti, con oltre 260.000 istanze”, ha commentato Mark Collier, COO della OpenStack Foundation. “Il coinvolgimento di OVH nella community OpenStack, attiva fin dal 2014, ha dimostrato che la collaborazione “aperta” funziona e assisteremo con piacere alla loro continua espansione in APAC nel 2019”.

 

Il Public Cloud OVH offre prestazioni, disponibilità e flessibilità ai vertici della categoria per aziende che desiderano scalare e adottare immediatamente la capacità del cloud.

Basato sul software open source OpenStack, il Public Cloud OVH è semplice da utilizzare e di facile implementazione. Con un ampio portafoglio, a partire da istanze CPU/RAM bilanciate (per applicazioni web o aziendali) a elevate prestazioni di elaborazione (perfette per grandi database e big data) e passando per istanze GPU (progettate per applicazioni AI), OVH può supportare le aziende di ogni dimensione con prezzi altamente competitivi. Tutti i servizi disponibili nelle nuove regioni includeranno anche l’accesso alla rete mondiale di OVH di 16 Tbps e servizi anti-DDoS gratuiti. Sarà inoltre disponibile il servizio vRack, che consente di connettere i servizi di tutto il mondo in modo isolato, affinché gli utenti possano costruire complesse infrastrutture private multi-data center.

Ulteriori informazioni sul Public Cloud OVH a questo link


Potrebbe interessarti