Home / Programmi di canale / Le novità NetApp per il canale presentate alla Partner Academy
Le novità NetApp per il canale presentate alla Partner Academy

Le novità NetApp per il canale presentate alla Partner Academy


Si è tenuta presso lo Spazio MIL di Sesto San Giovanni (Milano), la Partner Academy 2018 di NetApp, un’importante occasione per approfondire le strategie e le novità dell’azienda per il canale, con la presentazione di alcuni casi di successo di progetti in Cloud e di innovazione

Dopo una introduzione dei key driver del mercato e delle opportunità da sfruttare nel breve-medio periodo, l’appuntamento si è focalizzato sui tre pillar che definiscono l’offerta di NetApp: la modernizzazione dell’architetture It attraverso il cloud e le memorie flash e le tecnologie iperconvergenti.

Il cloud rappresenta una straordinaria opportunità per le aziende per accelerare i progetti di trasformazione digitale e per cambiare in tempi rapidi e senza precedenti il proprio assetto IT rispetto alle modalità tradizionali. NetApp, attraverso il sistema software ONTAP, consente alle aziende e ai service provider che vogliono offrire servizi storage in Cloud, di gestire in modo flessibile e integrabile i propri dati. NetApp è ad oggi l’unica azienda ad aver stretto una partnership con i principali hyperscaler che forniscono servizi in Cloud pubblico come Amazon Web Services, Microsoft Azure e, più di recente, Google Cloud Platform, con la possibilità di spostare i dati da una piattaforma Cloud all’altra in funzione delle specifiche esigenze.

Lo hanno testimoniato tre manager degli Hyperscaler che hanno posizionato le proprie aziende, i propri servizi e delineato il loro approccio al mercato rivolgendosi ai reseller NetApp durante la sessione dedicata, intervistati da Roberto Patano di NetApp.

Con NetApp le aziende possono abbracciare il cloud anche in forma privata utilizzando la soluzione di iperconvergenza NetApp HCI che consente di creare soluzioni cloud on premise in modo facile e veloce con una flessibilità che altre piattaforme non hanno. NetApp HCI consente infatti di aumentare la potenza di calcolo e quella di storage per la gestione dei dati a seconda delle proprie esigenze e dell’evoluzione del proprio business senza pagare licenze aggiuntive. Con questa soluzione NetApp dimostra di andare incontro alle esigenze di mercato: secondo dati IDC infatti il mercato dell’iperconvergenza registra una crescita anno su anno del 29%. Dinamica confermata anche da una recente indagine, promossa da NetApp e Sinergy, sui CIO delle aziende italiane da cui emerge che il 45% delle infrastrutture server sono di tipo iperconvergente o di tipo sofware defined e, sebbene ancora minoritarie rispetto a infrastrutture di tipo tradizionale, il 38% degli intervistati prevede di destinare il budget It verso questo tipo di progetti.

Le aziende, in particolare, si aspettano dalla prossima generazione di infrastrutture iperconvergenti la possibilità di fare crescere le componenti storage e computing in maniera graduale e indipendente l’una dall’altra, una maggiore apertura e integrazione con il cloud, una maggiore integrazione applicativa e maggiori garanzie in termini di performance delle applicazioni.

E’ il caso di Veritas, presentato oggi alla partner Accademy da Stefano Nironi, Responsabile dei Sistemi Informativi. Veritas ha intrapreso un cammino verso l’iperconvergenza per ottenere maggiore semplicità, riduzione dei costi del data center, garanzia di performance alle singole applicazioni e continuità del servizio.

Partendo da un progetto di IoT nell’area della raccolta dei rifiuti definito “Cassonetto intelligente” l’IT di Gruppo Veritas ha saputo sfruttare i benefici del decreto Industria 4.0, inserendo apparati di comunicazione e sensori all’interno di oltre 5000 cassonetti in un territorio di 51 comuni, ridefinendo anche l’infrastruttura dati dedicata e optando per la soluzione NetApp HCI. Il progetto è giunto nella fase finale ai Digital 360 Awards e permetterà a Veritas di ottenere ulteriori benefici grazie all’ottimizzazione dei percorsi di raccolta.

In linea con l’ evoluzione delle infrastrutture tradizionali, nel corso della Partner Accademy di NetApp si è discusso anche dell’adozione della tecnologia Flash da parte delle aziende che rappresenta un asset strategico per raggiungere nuovi traguardi in riferimento a performance e supporto al business. Su questo fronte si è sottolineato come i distributori Arrow Ecs , Computer Gross e Icos stiano giocando un ruolo fondamentale grazie all’offerta Express Pack che rende sempre più conveniente e rapida l’adozione di questa tecnologia soprattutto per i sistemi Flash NetApp della Famiglia AFF A200, che ha registrato un record di vendite nel primo semestre 2018.

NetApp in questo senso ha proposto sul mercato soluzioni cutting-edge di ultima generazione molto apprezzate dal mercato, come dimostrano gli ultimi dati IDC che posizionano l’azienda come leader di mercato per il segmento Flash in Italia con il 24,2% di market share.

Queste soluzioni sono state presentate anche da Stefano Rendina, IT Manager di Ducati Corse che ha raccontato come Ducati – partendo proprio dalle corse – sta lavorando a un percorso di Digital transformation che passa dal rinnovamento del Datacenter con le tecnologie flash di NetApp, all’adozione di cluster di calcolo per il reparto corse e le simulazioni, fino a soluzioni per la sicurezza, il backup e il DR presso Cloud Service provider locali realizzando già oggi il proprio Data Fabric.

Infine, come riconoscimento per aver realizzato progetti specifici – come quello di Gruppo Veritas – e per gli ottimi risultati raggiunti nelle aree strategiche dell’offerta NetApp e per una crescita nelle vendite NetApp sono stati premiati i partner Project Informatica, Elmec Informatica ed Ergon.

Tra gli sponsor della giornata, oltre agli Hyperscaler, alcuni principali player dell’ecosistema NetApp, come Cisco e Veeam che hanno partecipato alla Partner Accademy in qualità Gold Sponsor, hanno raccontato le ultime novità per rinnovare la collaborazione con l’ecosistema dei reseller NetApp, anche attraverso l’integrazione delle offerte a listino come nel caso dell’Availability suite di Veeam o di FlexPod SF di Cisco.

La Partner Academy si inserisce in un programma di canale implementato in strettissima collaborazione con i distributori, programma che porta innovazione e qualità nelle aziende italiane attraverso una rete di partner sempre più competenti e qualificati.


Potrebbe interessarti